SEI IN > VIVERE REGGIO EMILIA > CRONACA
articolo

Sospesa per 30 giorni l’attività di somministrazione di bevande e alimenti ad un esercizio pubblico

1' di lettura
6

A seguito del controllo conclusosi nella notte tra sabato e domenica scorsi che ha interessato un noto locale del Comune di Castelfranco Emilia oggetto di segnalazioni da parte dei cittadini residenti, il Questore di Modena, in applicazione dell’art. 100 del TULPS, ha sospeso l’attività di somministrazione di alimenti e bevande sulla base delle gravi inadempienze accertate dalla task force composta dagli agenti della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale, dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza e dagli Ispettori della Direzione Generale del Lavoro di Modena.

Elevate sanzioni per l’ammontare di circa 80.000 euro per la presenza di 12 lavoratori non regolarmente assunti oltre la mancata emissione/memorizzazione di documenti commerciali (scontrini). Gli ispettori del Lavoro hanno inoltre riscontrato la mancata elaborazione del DVR (Documento di valutazione del rischio) e del Piano di emergenza di evacuazione. Accertate evidenti carenze sull’impianto elettrico presente. Ulteriori prescrizioni obbligatorie accertate per mancata formazione e informazione per i lavoratori.

Oltre a queste gravi violazioni gli agenti della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura hanno rilevato l’apertura abusiva del locale in difetto di autorizzazione per il pubblico spettacolo.

Si tratta di un provvedimento a garanzia dell’ordine e della sicurezza pubblica che ha come principale obiettivo quello di impedire, attraverso il provvedimento cautelare, il protrarsi di una situazione di illegalità, percepita in modo allarmante dalla collettività.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di Vivere Reggio Emilia.
Per Telegram cercare il canale @viverereggioemilia o cliccare su https://t.me/viverereggioemilia
È attivo anche il nostro canale Facebook: facebook.com/viverereggioemilia/


Questo è un articolo pubblicato il 24-03-2024 alle 08:31 sul giornale del 25 marzo 2024 - 6 letture






qrcode